opinioni caeranesi

I farisei

4 febbraio 2010.

Siccome adesso va di moda criminalizzare i Benetton, per il disastro del ponte di Genova, ecco che la foto delle Sardine con uno di loro ed Oliviero Toscani, è stata subito commentata acidamente dai tanti sciacalli che oggi fanno branco nella politica italiana, alimentati da politici mascherati da giornalisti che pur vendendo pochissimi giornali sono sempre in televisione. 

A parte che una visita a Fabrica, un centro che si interessa di comunicazione pluridisciplinare e contemporanea, rientra perfettamente negli interessi delle sardine, che in questi ultimi tempi hanno parlato molto di comunicazione politica, mi fa specie soprattutto che i Benetton siano diventati dei paria, degli intoccabili e che a criticare loro ed i loro ospiti siano una pletora di leghisti, oltre che di pentastellati, che per anni, in provincia di Treviso, hanno vissuto e “succhiato” avidamente questi industriali che oltre ad arricchire se stessi, come credo sia consentito in questo sistema capitalistico, hanno dato lavoro a tanti piccoli imprenditori collegati, a tanti operai, e che hanno diffuso e portato in auge diversi sport trevigiani. Tutti questi una volta si chiamavano “farisei”.

E’ bastato che una delle loro tante aziende, sbagliando chiaramente, sia incorsa in un grave e deplorevole infortunio gestionale, da pagare penalmente ed economicamente, per autorizzare tanti loro beneficiati ed un intero territorio a dimenticare il passato, a criminalizzare una storia che non può essere sconfessata così stupidamente, come quella recente e molto meno importante delle sardine, per degli squallidi fini politici, che ormai ammorbano continuamente questa nostra Italietta.

 

CONTATTI
Per tutti coloro che volessero contribuire al dibattito politico, a segnalare eventi o altro, attraverso questo sito:

 

LINK UTILE
Sito comune di Caerano di San Marco

Usiamo i cookies per rendere possibile il corretto funzionamento del sito web per ogni utente; utilizzando il nostro sito, accetti le nostre modalità di utilizzo dei cookies. Ulteriori informazioni